Salvatore Perugini

Totò Perugini augura, con questo bellissimo messaggio, un buon Natale al Sambuceto Rugby e ci dona la sua maglia numero 1 della nazionale Italiana, Grazie Totò.

Salvatore Perugini
Siamo anche su Facebook!
Sambuceto Rugby

Sambuceto Rugby, non solo agonismo


MINIRUGBY: DIVERTIMENTO, RISPETTO, CORAGGIO, LEALTA’


Oltre agli aspetti legati alla socializzazione, al rispetto dei principi e delle regole, il mini rugby offre l'opportunità per i bambini di confrontarsi con la propria e altrui aggressività in un contesto di gioco. In Italia, in particolare, la Federazione Italiana Rugby ha un settore dedicato alla promozione del mini rugby nelle scuole, dove vengono attivati progetti finalizzati all'educazione e alla formazione degli alunni. Si parla di mini rugby nei ragazzi con l'età compresa dai 5 ai 12 anni cioè i ragazzi che giocano nelle under 6, under 8, under 10 e under 12. Il mini rugby inoltre è un gioco che favorisce socializzazione e integrazione. Tutto questo è stato sposato e, i numeri lo confermano, dalla società dilettantistica del Sambuceto Rugby. Oltre la formazione maggiore che partecipa al campionato di C1, in pratica la Cadetta della Gran Sasso Rugby, oltre le formazioni Under 18, Under 16 e Under 14 maschile e categorie femminile, la realtà del minirugby è, per la società del Presidente Angelone una delle priorità educative e sociali della società sportiva. Parlavamo di numeri e, i numeri dicono che la realtà del minirugby è costituita da circa 80 bambini che vanno dai 6 agli 11 anni. Ben 7 istruttori e tre dirigenti preposti. Fra questi Claudia Robazza e Simona Riga come fondamentali dirigenti del minirugby. A questa realtà va registrato l’inserimento di Francesca Esposito, Paolo Fusco e Doriana Vivaldi, che stanno facendo la differenza. Provenienti dalla Facoltà di Scienze Motorie della “d’Annunzio”, sono arrivati ad integrare gli istruttori già impegnati e, con una integrazione di sapiente competenza stanno facendo, come dicevamo, la differenza. Il riscontro al grande lavoro lo si ha dai genitori. Soddisfatti e compiaciuti nel notare con quanta giovialità, partecipazione e voglia di stare in campo mostrano i propri figli. Ogni seduta è una festa di colori con tanti palloni in campo e tanta voglia dei bambini di giocare e divertirsi ma, anche, di apprendere e conoscere. Questo è il minirugby e questo è lo spirito con il quale la società del Sambuceto Rugby intende continuare a portare avanti l’importante impegno dello sport e dell’attività motoria nell’età evolutiva. Passione, competenza e sacrificio da mettere a disposizione dei bambini di oggi che potranno essere gli atleti di domani ma, soprattutto, saranno gli uomini e le donne del futuro. Lo sport non è solo agonismo e il rugby in particolare vuole essere anche sociale. In questa ottica di socialità, per il prossimo giovedì 30 ottobre, a partire dalle ore 15.30, presso il campo della Cittadella dello Sport, la Sambuceto Rugby ha organizzato la “Festa del Minirugby” alla quale possono partecipare anche coloro i quali vogliano avvicinarsi alla disciplina sportiva per la prima volta.

 

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE

Stefano Leone (mobile 3281238845)

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


 

IL WEEKEND OVALE
(di Stefano Leone)

 

Quello appena terminato è stato un weekend impegnativo per la Gran Sasso Sambuceto Rugby. Più di una sessantina di atleti, sono scesi in campo, nelle rispettive categorie per affrontare gli impegni dei propri campionati. La kermesse è iniziata ieri, sabato 18 ottobre 2014 con la formazione Under 14 che ha affrontato e battuto i pari età del Tortoreto Rugby. Bella la prova in campo, per i giovanissimi della Sambuceto Rugby Under 14 che, oltre alla vittoria, hanno mostrando notevoli progressi di crescita sia sotto il profilo del carattere, sia sotto quello tecnico. Oggi, domenica 19 ottobre 2014, è stata la volta di Under 16, Under 18 e Serie C1. Ma andiamo con ordine. Alle 11.00 di questa mattina, sul campo della Cittadella dello Sport di Sambuceto, è scesa in campo la formazione Under 16 contro i pari età del Sulmona Rugby. La partita è stata interessante con tratti di gioco davvero di ottima levatura. La Sambuceto Rugby ha vinto l’incontro con un punteggio che non lascia recriminazioni di sorta: 33 a 0. Il punteggio è stato acquisito grazie a 5 mete, (2 nel primo tempo e 3 nel secondo), delle quali 4 trasformate. Anche per i ragazzi dell’U16, cosi come per i loro compagni più giovani dell’U14, un grande impegno che ha denotato determinazione e voglia di fare progressi sia agonistici che tattici. A seguire, sono scesi in campo, alle 12.30, la Gran Sasso Rugby Sambuceto e ancora il Sulmona Rugby della categoria Under 18. Doppio confronto, dunque, con le formazioni peligne. Anche in questo caso da registrare la vittoria della Gran Sasso Rugby Sambuceto che ha regolato gli avversari con il punteggio di 17 a 3. Il punteggio è maturato grazie a 3 mete delle quali 1 trasformata. Apre le segnature Prospero che va in meta; la trasformazione viene mancata. Poi è la volta di Servadio che va al touch oltre la linea di meta. Questa volta Braconi non sbaglia e trasforma fra i pali. La terza meta, per la Gran Sasso Rugby Sambuceto, è ad opera di Della Torre, mancata la trasformazione. I 3 punti dei peligni arrivano da un calcio piazzato preciso che centra i pali. Nel pomeriggio, alle 15.30, è toccato alla formazione della Serie C1, impegnata fuori casa sul campo dei marsicani dell’Avezzano Rugby. Partita tutto sommato prevedibilmente equilibrata e l’incontro ha confermato le previsioni. Hanno vinto i padroni di casa per 17 a 12 ma, la Gran Sasso Rugby Sambuceto ha giocato alla pari tanto che, se avesse fatto risultato non ci sarebbe stato da recriminare. L’Avezzano è squadra retrocessa dalla Serie B e, dichiaratamente ambisce a vincere il campionato per tornare in categoria. La Gran Sasso Rugby Sambuceto, dal canto suo, non nasconde di puntare a traguardi ambiziosi e di alta classifica. La partita di oggi, sul campo marsicano, ha sancito una leggera superiorità dei padroni di casa, in mischia e in touche, ma nel gioco alla mano e nella pressione a sostegno del portatore di palla, la Gran Sasso Rugby Sambuceto ha fatto vedere le cose migliori. La partita di oggi ad Avezzano, pur vedendo vincitori i padroni di casa, ha ribadito, dunque, proprio questo: la Gran Sasso Rugby Sambuceto ha tutte le carte in regola per un campionato di grandi soddisfazioni.

 

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE
Stefano Leone 
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

 

PRIMA GIORNATA CAMPIONATO C1
RIETI RUGBY vs GRAN SASSO RUGBY SAMBUCETO : 23 - 22
E’ sconfitta, ma è esordio positivo.

Diciamo subito che, se fosse stata vittoria, nessuno avrebbe potuto recriminare. E’ iniziato, invece, con una sconfitta esterna, il campionato di C1 del Gran Sasso Rugby Sambuceto  che, sul campo laziale del Rieti Rugby, ha perso davvero di misura, 23 a 22. Se si pensa che già al primo minuto di gioco, Gran Sasso Rugby Sambuceto è andato in meta, trasformata poi, dunque al pronti via già in vantaggio 7 a 0. I ragazzi di mister Capone, hanno affrontato la gara a viso aperto, senza timori reverenziali, consci del proprio valore e tasso tecnico. Il Rieti, dal canto suo, volitivo e determinato, ha fatto vedere voglia di vincere, ma facile non è stato. Veniamo all’andamento della gara; si comincia subito con il Gran Sasso Rugby Sambuceto subito avanti e, come detto già al primo minuto, va a toccare in meta con Annibaldi. Meta trasformata da Odoardi, 0-7. Passano tre minuti e i laziali ristabiliscono l’equilibrio andando in meta, trasformata dal loro calciatore e si va, dunque, sul 7 pari. Bisogna poi arrivare al minuto 30 quando, un calcio piazzato di Odoardi, riporta avanti Sambuceto, 7-10. Passano due minuti e, una meta non trasformata, riporta avanti il Rieti, 12-10. Al minuto 35, però, ancora touch di Annibaldi con il solito Odoardi, infallibile, a trasformare, 12-17. Prima del fischio della fine del primo tempo, il Rieti si rifà sotto con un piazzato fermando il risultato parziale sul 15-17. Nel secondo tempo, la partita si decide nei primi 13 minuti. Al 3° minuto Gran Sasso Rugby Sambuceto si ripete come in apertura del mach e va in meta con Mancini. Questa volta Odoardi non trasforma, 15-22. Passa appena un minuto, anche il Rieti va in meta ma manca la trasformazione, 20-22. Al 13° minuto un piazzato dei laziali va fra i pali e fissa il punteggio 23-22. Punteggio che non cambierà più fino alla fine. Da quel momento Gran Sasso Rugby Sambuceto ha tentato in tutti i modi di risalire la china ma, col passare dei minuti la fatica ha fatto si che il risultato non cambiasse. Ribadiamo, se si fosse vinto, per ciò che si è visto in campo, nessuno avrebbe avuto modo di poter recriminare. Risultato negativo, dunque, ma prestazione positiva e valida.


Ufficio Stampa & Comunicazione
Stefano Leone 
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


 

“TROFEO INTERNAZIONALE PETTERNELLA”, IL SAMBUCETO RUGBY C'E' - Convocate tre atlete per la Rappresentativa Lazio-Abruzzo -


La Federazione Italiana Rugby ha diramato, lunedi scorso 22 settembre, le convocazioni per le atlete della Rappresentativa Lazio-Abruzzo di rugby femminile 7S. Grande riconoscimento è arrivato alla Sambuceto Rugby 2008, poiché tre delle sue atlete del settore femminile, appunto, sono fra le convocate. La convocazione è in vista della partecipazione, della Selezione, al 18° Torneo Internazionale 7S “Mirko Petternella” che si svolgerà, domenica prossima, 28 settembre allo Stadio Comunale “Battaglini” di Rovigo. Le atlete del Sambuceto Rugby, chiamate in Rappresentativa Interregionale, sono le Under 16 Melody ANGELONE, Magdalina Elena DIACONU e Valeria LANCASTERI. Al “Torneo Internazionale Petternella”, parteciperanno 6 Rappresentative Interregionali che, a seguito di raggruppamenti e tornei, dovranno far venire fuori le atlete che formeranno la Nazionale U18. La convocazione delle tre giovani atlete del Sumbuceto Rugby, ha valenza, oltre che per riconoscimento personale anche per incentivare e dare spinta alle altre atlete del gruppo che, come le tre convocate, sapranno mettersi in sana competizione per raggiungere soddisfazione e traguardi di rilievo.


(Uffico Stampa & Comunicazione)

Stefano Leone


 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  Succ. 
  •  Fine 


Pagina 1 di 6
free pokerfree poker

4 mini torneo

Regolamento Minirugby

  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
Dove sono?, Cosa faccio?

ASD Sambuceto Rugby 2008 - P.Iva 02237760695 | Designed by MS3 srl